Riformare la PA, subito

innovazione-120206124111_mediumIn quali mani è lo Stato. Due esempi su cui riflettere: l’impreparazione con due pesi e molte misure.

1) PA, se il dirigente non sa usare l’e-mail

Giunge una mail col solito pamphlet sul signoraggio monetario, le cui origini sono riconducendotte ai sovrani d’altri tempi, le cui monete d’oro e d’argento avevano valore di scambio superiore al reale. L’effigie del signore sulle monete le accreditava. Conclusione: la colpa di questa crisi globale è delle banche e del dollaro. Su questo punto tuttavia il mio interlocutore è un po’ fumoso. Egli è un alto dirigente dello Stato e la sua abilità, inviando mail, s’arresta di fronte all’incapacità d’usare la funzione “Ccn” (leggi il seguito sul Corriere delle Comunicazioni).

2) Incrociare informazioni, utile (?) strumento per combattere le truffe allo stato

Il giovane funzionario confessa a mezza bocca: “1,4 milioni di pensioni di invalidità: una su tre è fasulla”. Come fate a esserne sicuri? Gli chiedo. “Abbiamo incrociato i dati” risponde. “Ciechi col porto d’armi, paralitici che sciano e guidano… una continua sorpresa”. Bene, fateli saltare, dico, visto che  l’incrocio delle banche dati è così efficace.

“Non si può” sorride amaro “L’impatto sociale sarebbe tremendo, sono circa 500mila persone. C’è poi un altro dettaglio che pesa…”. Dopo una pausa, si decide a parlare: “Ogni pensione sociale è costituita col voto unanime di cinque medici, che hanno sottoscritto e assicurato che Mario Rossi, oggi fotografato mentre va a caccia, è totalmente cieco e necessita di pensione”. Quanti medici sono accusabili di questo grave falso? “Decine di migliaia, lo stiamo valutando e non è affatto facile”. Poi guarda lontano, in fondo alla sala del ricevimento, sembra interessato a chissà cosa. Sorride garbato, mormora “Mi scusi” e s’allontana (leggi il seguito sul Corriere delle Comunicazioni).

Copyright © 2013 Tutti i diritti riservati: è permesso l’uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. Riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l’autore. Le foto presenti di questo sito sono prese in larga misura da Internet, in quanto valutate di pubblico dominio. Se i soggetti fotografici o gli autori fossero contrari alla pubblicazione, lo segnalino a info@pierolaporta.it e si provvederà alla immediata rimozione delle immagini.

Taggato , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Informazioni su Piero Laporta

Osservate le ambiguità del giornalismo italiano, Piero Laporta dal 1994 s’è immerso nella pubblicistica senza confinarsi nei temi militari, come del resto sarebbe stato naturale considerando il lavoro svolto a quel tempo, (Ufficio Politica Militare dello Stato Maggiore della Difesa). Ha collaborato con numerosi giornali e riviste, italiani e non (Libero, Il Tempo, Il Giornale, Limes, World Security Network, ItaliaOggi, Corriere delle Comunicazioni e Arbiter, Il Mondo). Ha scritto “in Salita, vita di un imprenditore meridionale” ed è coautore di “Mass Media e Fango” con Vincenzo Mastronardi e altri, ed. Leonardo 2015. (leggi qui: goo.gl/CBNYKg) Oggi collabora col quotidiano La Verità. Il suo più spiccato interesse resta tuttavia la comunicazione sul web e le strategie di impresa. Ha fondato il sito http://www.pierolaporta.it per il blog OltreLaNotizia. È cattolico, sposato, ha due figli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.