Pizzino#3

PIZZINO DAL PARADISO

Caro D’Alema,

osservando i portaborse dei miei carnefici alle prese con la scissione, mi confermo in una duplice convinzione.

I legami fra malvagi non conoscono solidarietà, mai andando oltre la complicità; quest’ultima, effimera di suo, toglie ogni durevolezza a quei legami. La Democrazia Cristiana ne dette prova certificata, accodandosi al Partito Comunista Italiano. È superfluo, comprenderà, che io domandi a Berlinguer, Zaccagnini e Cossiga che cosa ne pensino.

D’altronde noi e loro siamo in luoghi antitetici, senza possibilità alcuna per essi di rivedermi. Si confortano, posso immaginare, nell’attesa di incontrarvi, lei e gli altri, complici e non. Lo riferisca pure a De Mita e Napolitano, se crede e se essi mai le crederanno.

La saluto con tutto il rispetto che merita.

Mi confermo il Suo

Aldo Moro

Informazioni su Piero Laporta

Osservate le ambiguità del giornalismo italiano, Piero Laporta dal 1994 s’è immerso nella pubblicistica senza confinarsi nei temi militari, come del resto sarebbe stato naturale considerando il lavoro svolto a quel tempo, (Ufficio Politica Militare dello Stato Maggiore della Difesa). Ha collaborato con numerosi giornali e riviste, italiani e non (Libero, Il Tempo, Il Giornale, Limes, World Security Network, ItaliaOggi, Corriere delle Comunicazioni, Arbiter, Il Mondo e La Verità). Ha scritto “in Salita, vita di un imprenditore meridionale” ed è coautore di “Mass Media e Fango” con Vincenzo Mastronardi, ed. Leonardo 2015. (leggi qui: goo.gl/CBNYKg) Oggi, definitivamente disgustato della codardia e della faziosità disinformante della carta stampata, ha deciso di collaborare solo con Stilum Curiae, il blog di Marco Tosatti. D'altronde il suo più spiccato interesse era e resta la comunicazione sul web, cioè il presente e il futuro della libertà di espressione. Ha fondato il sito https://www.pierolaporta.it per il blog OltreLaNotizia. È cattolico, sposato, ha due figli.
Questa voce è stata pubblicata in polis e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.