Archivi del mese: Settembre 2014

Bertinotti: viva il Papa… e il cachemire

Bertinotti, compagno Cachemire, approssimandosi l’Inesorabile, si lava in fretta con l’acqua santa. Se sei davvero pentito, Bertinotti, va in un’isola, deserta e non confortevole come Caprarola, vestiti di juta, prega e taci, ché di stupidaggini ne hai già fatte e dette troppe, a spese d’una montagna di poveracci e morti ammazzati. Va’ all’inferno tu e le tue flatulenze da piccolo borghese. Continua a leggere

Pubblicato in polis | Contrassegnato , , , | 11 commenti

Barbone e Intellettuali Barboni

Barbone col coltello e intellettuali barboni per criminalizzare i carabinieri. Immaginarsi che cosa avrebbero scritto se i carabinieri avessero sparato. C’è un’Arma che non si scappella e gli intellettuali barboni possono continuare a vomitare il loro odio piccolo borghese. Continua a leggere

Pubblicato in polis | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 7 commenti

ISIS: Nuova Strategia di Obama di A.de Martini

Dice Obama: “addestrare i ribelli siriani in Arabia Saudita invece che in Giordania”. Contro l’ISIS? Combattendo su due fronti, i ribelli siriani saranno più efficaci con l’ISIS e finalmente vittoriosi? Continua a leggere

Pubblicato in polis | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su ISIS: Nuova Strategia di Obama di A.de Martini

I carabinieri s’ammosciano?

Oggi potremmo intitolare un’altra aula della Camera a Davide Bifolco. Tenuto conto delle inclinazioni della signora Laura Boldrini non sarebbe difficile. Quando s’intitolò una stanza della Camera a Carlo Giuliani morto mentre assaltava i carabinieri a Genova, né Quirinale né altre istituzioni e neppure il vertice dei Carabinieri protestarono o fecero alcunché per impedirlo. Continua a leggere

Pubblicato in polis | Contrassegnato , , , | 21 commenti

Davide Bifolco una vittima? Si vedrà

Il dolore della famiglia di Davide Bifolco è comprensibile e va rispettato. Non è invece accettabile la criminalizzazione preventiva del carabiniere che ha sparato. Invocarne la carcerazione a vita, com’è stato da parte della famiglia di Davide Bifolco, significa insinuare la premeditazione del fatto e invece nulla giustifica una tale gravissima accusa. Ancora più grave è che certi giornalisti la rilancino acriticamente, dandole quindi forza dalle stesse cerchie che fanno professione di antimafiosità. Continua a leggere

Pubblicato in polis | Contrassegnato , , | 6 commenti

Polizia, funzione abusata

La funzione “polizia” è da tempo foglia di fico per affondare le mani nella cassa dello Stato, spacciando per “sicurezza” l’esito grottesco d’una quantità infinita di lavoro di “polizia” artefatto e dai costi incalcolabili. Un’operazione cinica, nella quale i sindacati spartiscono le responsabilità coi dirigenti. Continua a leggere

Pubblicato in polis | Contrassegnato , | 9 commenti

Ma quale rivolta?!?

Nessuno s’illuda né si preoccupi: questo paese non ha dignità. Le piazze non si riempiranno di divise indignate, tanto meno le ghigliottine cominceranno a lavorare, come invece dovrebbero da tempo. Per ora due milioni di parassiti della politica e alti burocrati continueranno a vivere alla grande a spese di tutti, con redditi da 10mila euro e oltre, ogni mese, con tre, quattro e perfino cinque vitalizi, case gratis, auto a scrocco e vita da nababbi, anche a spese vostre, poliziotti, carabinieri e soldati, e marinai e avieri e pompieri e guardie carcerarie e finanzieri. Rimanete sull’attenti, digrignate i denti e tutt’al più scrivete qualche scemenza su Facebook; non avete altra via d’uscita. Continua a leggere

Pubblicato in polis | Contrassegnato , | 6 commenti

Guerra: la preparano da tempo

https://www.pierolaporta.it/?p=8391
Verso la guerra: occorre un Papa più malleabile di Benedetto XVI per addomesticare la folla e presidenti del consiglio perfettamente intercambiabili fra “destra” e “sinistra”. Che cosa inventeranno per fronteggiare il futuro? Una risposta possiamo trovarla nel vertiginoso e incalcolabile incremento della speculazione dal 1956 a oggi. E’ un sistema che non può essere ripetuto ancora e tuttavia ha stabilito un trend che porta inesorabilmente alla guerra perché chi voglia davvero un controllo globale è obbligato a distruggere l’attuale sistema di nazioni e organizzazioni internazionali. Solo la guerra consentirebbe questo. Se la guerra non verrà il sistema di alleanze occidentali crollerà come una castello di sabbia, più rovinosamente del Patto di Varsavia e dell’Unione Sovietica. Continua a leggere

Pubblicato in polis | Contrassegnato , | 2 commenti