Archivi del mese: Novembre 2013

Marrazzo fa rima con menga

Cacciaron Piera / Marrazzo torna. / Di popol truce / l’Italia fiera / di lustro s’orna: / onori al reduce!
Cacciaron Piera / Marrazzo torna. / Di popol truce / l’Italia fiera / di lustro s’orna: / onori al reduce!

.
Continua a leggere

Pubblicato in polis | Contrassegnato , , | 2 commenti

20 anni, di G.Petrosillo

Dal 1992-93 fino ai nostri giorni, tutto si riassume in due parole: suicidio e tradimento [leggi di più]

Pubblicato in polis | Commenti disabilitati su 20 anni, di G.Petrosillo

Alfano, Letta e le zie

Chissà chi sono le due zie, molto ma molto facoltose e recentemente scomparse, che hanno lasciato ricche, ricchissime eredità a Enrico Letta e Angelino Alfano, talmente ricche da consentire loro di buttarsi in politica, fottendosene il primo del Pd, l’altro del Pdl, e ambedue delle casse dei partiti oggi sulla piazza. Continua a leggere

Pubblicato in polis | Commenti disabilitati su Alfano, Letta e le zie

ITAgLIA, di G.Petrosillo

Il vortice delle nomine deve comunque portare alla dismissione dei tesori di Stato [altro]

Pubblicato in polis | Commenti disabilitati su ITAgLIA, di G.Petrosillo

Gara di spie – G.Campesato

Rete vulnerabile. E’ in atto la gara a spiare. Nessuno è innocente né al sicuro [altro]

Pubblicato in polis | Commenti disabilitati su Gara di spie – G.Campesato

Orwell, senza parole dal 1984

Orwell tuttavia mi rammenta che il BlackBerry ha un sistema di cifratura peculiare. I tecnici di RIM possono decrittare quanto meno il traffico internazionale dei loro utenti, coi centri data BlackBerry in Canada e Gran Bretagna. Se state pensando di rifugiarvi in Samsung o in iPhone, siete come quei naufraghi che per scampare alla guerra affogano nell’Adriatico. Continua a leggere

Pubblicato in polis | Contrassegnato , , , , | Commenti disabilitati su Orwell, senza parole dal 1984

Germania – di GF LaGrassa

Ruolo odierno e futuribile della Germania. [Lettura interessante, sebbene non ne condivida le conclusioni e, in parte, l’analisi (p.l.)]. leggi tutto 

Pubblicato in polis | Commenti disabilitati su Germania – di GF LaGrassa

Pensioni e vampiri

La legge 252 del 1974, detta “legge Mosca”, da Gaetano Mosca, sindacalista in quota Cgil, fedelissimo di Francesco De Martino, benestante segretario generale del Psi. Mosca e i suoi capoccia confezionarono una legge iperprotettiva per il futuro dei gerarchi dei partiti, dei sindacati e, non dimentichiamolo, delle cooperative e dei manutengoli, pochissimi dei quali assunti più o meno legalmente, la gran parte pagati in nero. La legge Mosca assicurò a costoro effetti retroattivi pluridecennali, laute e plurime pensioni, anche senza aver mai pagato allo Stato una lira di contributi. Continua a leggere

Pubblicato in polis | Contrassegnato , , , | 2 commenti

ATAC e ghigliottina

Rubano 70 milioni annui coi biglietti ATAC clonati: fotografia del gangsterismo politico che assedia Roma come troppe altre città, in ognidove del paese. Continua a leggere

Pubblicato in polis | Contrassegnato , , , , | Commenti disabilitati su ATAC e ghigliottina

Dove va il potere – GF LaGrassa

Media e organi di informazione sostengono che Monti e Letta hanno agito per il bene del paese [leggi tutto]

Pubblicato in polis | Commenti disabilitati su Dove va il potere – GF LaGrassa

Three holy men & a bear

For a Catholic Priest, a Baptist Preacher and a Rabbi a real challenge would be to preach to a bear… Continua a leggere

Pubblicato in polis, S.Pietro | Contrassegnato , , , | 1 commento

La Roncola

Un vecchio contadino impugnò la roncola, due autunni fa, ai margini d’un bosco nel cuore del Meridione. Continua a leggere

Pubblicato in polis | Contrassegnato , , | 6 commenti

Analisi Sospette, di G.LaGrassa

Incolpano la UE e l’euro; o al contrario sostengono che la carenza di Europa ci porta al caos [leggi tutto].

Pubblicato in polis | Commenti disabilitati su Analisi Sospette, di G.LaGrassa

4Novembre dei soldati non dei ladri

4 Novembre, ricordiamolo così: «Dov’è il dolore, il suolo è sacro»,disse Oscar Wilde, inopinatamente spoglio di toni irriverenti, altrimenti a lui consueti; il dolore dunque consacra il suolo, non la retorica. Continua a leggere

Pubblicato in polis | Contrassegnato , , , , | 2 commenti