Donnarumma Core di Ministra

La Dott. Prof. G.Scienz. Valeria Fedeli, ministra della Istruzione pubblica e della ricerca universitaria, ha inviato una lettera aperta a Gianluigi Donnarumma, portiere del Milan. Le lettere sono invece due; la seconda di esse è stata recapitata segretamente al portiere. I lettori di OltreLaNotizia hanno il privilegio di leggerle ambedue. 🙂 😛    #DonnarummaCoreDiMinistra

LETTERA APERTA

Caro Gigio,

buona parte della stampa italiana ha parlato di te. Non soltanto per il contratto con il Milan, per il quale ti faccio i miei migliori auguri, ma anche e soprattutto per la tua scelta di non sostenere l’esame di maturità. Avrai sicuramente soppesato la tua scelta e non spetta ad altri giudicarla. Ma, voglio dirlo apertamente, spero che tu decida di concludere il tuo percorso di formazione, sostenendo l’Esame il prossimo anno, senza tentennamenti e con convinzione. Dimostrando, come hanno già fatto e stanno facendo altri campioni, che gambe e testa possono stare insieme, che sport ad alto livello e studio non sono incompatibili. Anzi. Hanno molto in comune: ambedue richiedono impegno, costanza, passione, fatica. Il tuo sarebbe un esempio prezioso per tutte quelle giovani e quei giovani che vedono in te e in altri sportivi un modello da inseguire. Che sognano di diventare come voi. Lo studio è una straordinaria occasione di crescita. E’ lo strumento che più di ogni altro può darci autonomia, indipendenza, pensiero critico, che può renderci cittadine e cittadini consapevoli, attivi. Solo la conoscenza genera vera libertà, consente a ciascuna e a ciascuno di trovare ‘la propria voce’, la propria strada. Nelle scorse settimane 70 studentesse e studenti agonisti hanno svolto l’Esame di Stato, 18 dei quali provenienti da squadre professionistiche della A e della B di calcio. Penso che siano numeri interessanti: confermano una sete di conoscenza, un’ambizione e un desiderio di crescita personale che non si esauriscono nella pratica agonistica di uno sport. Un po’ come parare un rigore, mettersi alla prova nello studio è una sfida che richiede passione, convinzione, coinvolgimento e sacrificio. Sono certa, Gigio, che anche tu, il prossimo anno, farai parte di questa squadra. Sei arrivato a un passo dal traguardo. Non mollare”.

LETTERA SEGRETA

Caro Giggio ,

scusa sai se quello scassapalle del mio spindottor m’a scritto quela lettera resa pubblica per acchiappare un po’ di consensi che di questi tempi ci vanno bene.

Hai preferito il contratto di portiere e venti milioni di euro a fare invece la maturità di ragioniere di esame di stato? Bravo ai fatto bene e ai capito tutto esse vuoi comincio a prepararti un bel posto nella politica.

Io ho passato l’esame di maturità di terza media e poi mi sono messa subito nel sindacato che infatti già ciò una bella pensione e una bella posizione col mensile da ministra di questi ignoranti dell’istruzione. Tu capisci che io ho già acchiappato da mo i venti millioni di euri che hanno dato a te col contratto. Ma ai fatto bene a stare sul concreto che così già ti presenti bene e non sei brutto comera la sottoscrita che non ti dico le umiliazioni ingoiate mentre la voce del destino mi diceva dentro “Valeria fregatene tu diventerai ministra della istruzione pubica, diventerai bella e vedrai che li freghiamo tutti” e così ha fatto accaduto. E così spero di te adesso che non sei raggioniere quando io divento capo di palazzo Chiggi o acchiappo il Quirinnale poi penzo pure per te che fico come sei diventi ministro di quello che vuoi. Vienimi a trovare che tispiego come si fa e tifaccio presente al mio parucchiere chè bravo come tu. Non mollare, mi racomando.

Tua affezzionatissima ministra ti bacia e ti saluta

Valeria, tua

PS. L’altra lettera la potessi buttare nella spazatura questa invece nò.

Informazioni su Piero Laporta

Osservate le ambiguità del giornalismo italiano, Piero Laporta dal 1994 s’è immerso nella pubblicistica senza confinarsi nei temi militari, come del resto sarebbe stato naturale considerando il lavoro svolto a quel tempo, (Ufficio Politica Militare dello Stato Maggiore della Difesa). Ha collaborato con numerosi giornali e riviste, italiani e non (Libero, Il Tempo, Il Giornale, Limes, World Security Network, ItaliaOggi, Corriere delle Comunicazioni e Arbiter, Il Mondo). Ha scritto “in Salita, vita di un imprenditore meridionale” ed è coautore di “Mass Media e Fango” con Vincenzo Mastronardi e altri, ed. Leonardo 2015. (leggi qui: goo.gl/CBNYKg) Oggi collabora col quotidiano La Verità. Il suo più spiccato interesse resta tuttavia la comunicazione sul web. Ha fondato il sito http://www.pierolaporta.it per il blog OltreLaNotizia. È cattolico, sposato, ha due figli.
Taggato , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

4 risposte a Donnarumma Core di Ministra

  1. stefano rolando dice:

    ..sarà un brutto segnale mettersi a ridere da soli davanti ad un PC? Ma la lettera2 è irresistibile e arrivato a “istruzione pubica” non ho potuto trattenermi. Un sorriso ti allunga la vita

  2. Calogero dice:

    …. una volta c’era il detto donna bella e sciocchina, donna brutta ma intelligente.
    Costei è brutta un cesso quando è truccata, figuriamoci senza.
    Come la co-piddina Bindi è più bella che intelligente.
    Cosa mai avrà fatto per arrivare dov’è?

  3. oscar dice:

    “Un po’ come parare un rigore, mettersi alla prova nello studio è una sfida che richiede passione, convinzione, coinvolgimento e sacrificio.” … peccato che lei l’abbia persa questa sfida!
    Bravissimo Piero! come hai fatto a rintracciare il testo della lettera segreta? Non c’è dubbio è sua. Il messaggio è chiaro: sei una bestia ignorante e arrogante? … il sindacato e la politica ti aspettano a braccia aperte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *