Crimea, Evviva!

fascioDemocrazia illegale? La Crimea fa saltare tutti gli schemi, mentre le ideologie annaspano per tornare a galla. Il mondo si rovescia. Vecchi ex bolscevichi traditori – prima ancora tesserati del fascismo – plaudono Washington, come ieri plaudivano l’Urss per i cingoli a Budapest. Stupefacente il rabbino capo di Kiev, schierato coi movimenti dell’ultradestra ucraina, mentre Israele è sommessamente con Putin. 

La Commissione Ue e il dipartimento di Stato statunitense, a proposito del plebiscito della popolazione della Crimea, raggiungono livelli da Guinness per la sfacciataggine e il grottesco, lapidando il referendum in Crimea. Vestali meretrici, la mente offuscata dai cannoni – nel senso più lato – non spiegano come la democrazia (governo del popolo) sia offesa quando il popolo vota, e vota democraticamente, ben più di quanto possa in Italia, tanto per fare un esempio.

Non ci si può conciliare con questa risma di banditi, la cui condotta, essa sì, è perenne offesa alla democrazia. D’altro canto è comprensibile la preoccupazione della Commissione Ue, politburo privo d’alcuna legittimità democratica, retto da una mafia di burocrati iperpagati e altrettanto corrotti. Domani toccherà a loro.

Se la voglia referendaria – che i radicali d’osservanza virginiana hanno perduto per strada – si dovesse risvegliare nei paesi europei oppressi dalla UE, sarebbe interessante sapere con quali argomenti Washington e Bruxelles potrebbero opporsi a un sostegno di Mosca a chi volesse votare. L’interferenza di Washington sulla questione ucraina, determinatasi in una sconfitta politica, diplomatica e militare, ha tuttavia come conseguenza che domani la Russia potrà interferire nelle questioni europee.

Siamo solo all’inizio del disordine fuori controllo causato dalle vestali puttane del nuovo ordine mondiale. Il Signore confonde chi vuole abbandonare. 

SE QUESTO ARTICOLO TI E’ PIACIUTO CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI ATTRAVERSO FACEBOOK, GOOGLE+, TWITTER E GLI ALTRI SOCIAL NETWORK. GRAZIE.

conflittiestrategie elio
[swfobject]4496[/swfobject]height=”250px” width=”300px”

Copyright©2013 Tutti i diritti riservati a www.pierolaporta.it È permesso l’uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. Riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l’autore. Le foto di questo sito sono prese in larga misura da Internet, in quanto valutate di pubblico dominio. Se i soggetti fotografici o gli autori fossero contrari alla pubblicazione, lo segnalino a info@pierolaporta.it e si provvederà alla immediata rimozione delle immagini.

conflittiestrategie, ilcorrieredellacollera, libero.it, manuel voghera, Papa Francesco, femminicidio, femminicidio, femminicidio, piazzolanotizia

Taggato , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Informazioni su Piero Laporta

Osservate le ambiguità del giornalismo italiano, Piero Laporta dal 1994 s’è immerso nella pubblicistica senza confinarsi nei temi militari, come del resto sarebbe stato naturale considerando il lavoro svolto a quel tempo, (Ufficio Politica Militare dello Stato Maggiore della Difesa). Ha collaborato con numerosi giornali e riviste, italiani e non (Libero, Il Tempo, Il Giornale, Limes, World Security Network, ItaliaOggi, Corriere delle Comunicazioni e Arbiter, Il Mondo). Ha scritto “in Salita, vita di un imprenditore meridionale” ed è coautore di “Mass Media e Fango” con Vincenzo Mastronardi e altri, ed. Leonardo 2015. (leggi qui: goo.gl/CBNYKg) Oggi collabora col quotidiano La Verità. Il suo più spiccato interesse resta tuttavia la comunicazione sul web e le strategie di impresa. Ha fondato il sito http://www.pierolaporta.it per il blog OltreLaNotizia. È cattolico, sposato, ha due figli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.