BASTA 8XMILLE A CHI SANTIFICA GLI AFFAMATORI

bagnasco02GIl cardinale Angelo Bagnasco, genuflesso al consigliere di Goldman&Sachs, Mario Monti, ricorda l’abate Giulio Alberoni, sbaciucchiante il sedere del pederasta duca di Vendôme, quando aveva appena defecato e non di meno indusse l’abate a gemere in estasi: ”Oh, culo d’angelo!”. Più tardi ebbe la porpora.

Il 18esimo secolo, agli inizi del quale l’Alberoni servì Vendôme, fu triste per la Chiesa, ferita da conventicole di chierici, prelati e porporati avidi, spesso delinquenti, quando non omosessuali e pervertiti. Il 21 luglio 1773, papa Clemente XIV sciolse la Compagnia di Gesù, per obbedire alle pressioni delle corti europee, i cui sovrani s’illusero, cavalcando l’illuminismo, di riguadagnare popolarità. Clemente XIV morì l’anno successivo. La Rivoluzione francese giunse quindici anni dopo, certo né attenuata né rallentata, tutt’altro, dalla pontificia codardia. Nessun altro pontefice si fece chiamare Clemente.

Questo Natale del 2012 è ben peggiore del 21 luglio 1773. Tre secoli fa Clemente XIV ferì la dignità della Chiesa, cedendo alla follia dei cortigiani europei. Lo scioglimento della Compagnia di Gesù non è tuttavia comparabile all’oltraggio all’Avvento di Nostro Signore, mentre la Curia romana canta le lodi del dio quattrino, responsabile delle morti, degli sfruttamenti, delle stragi, del depauperamento, delle guerre che ininterrottamente affliggono l’umanità, dalla Rivoluzione francese, lungo il fiume di sangue delle guerre mondiali e regionali ad essa seguite; lordure sempre più travolgenti dal 1989; nei giorni correnti ancora più acute, laceranti e oltraggiose, invisibili tuttavia, anzi congeniali alla Curia romana, alla prova dei fatti.

La santificazione d’un servo della Piramide finanziaria che affama famiglie, sfrutta paesi in via di sviluppo, infierisce sui poveri, distrugge economie, avvelena coscienze, è solo parte d’un infernale, insopportabile oltraggio per i poveretti morti negli stenti, sofferenti nella miseria, costretti al fallimento economico da tasse insostenibili, eppure devotamente intenti a devolvere l’8xmille alla loro Chiesa tuttavia in larga parte connivente con gli oppressori.

E’ inaccetabile; lo è tanto più per i familiari di quei suicidi, causati dai fallimenti imposti dalle tasse (e dall’8xmille), ai quali non giunse MAI – vergognosamente mai – neppure una sillaba di conforto, né dai porporati accucciati al trogolo dei potenti né dal successore di Clemente XIV, ognuno dei quali sontuosamente alimentato dalle gabelle funeste.

Se fino a poche ore fa si poteva presumere Benedetto XVI estraneo alle alberonate di Bagnasco, oggi la prostituzione politico economica dell’Osservatore Romano, organo ufficiale della Santa Sede, pone nel medesimo girone la Segreteria di Stato e colui il quale essa serve.

Il Papa può tuttavia ancora dimostrare la propria estraneità a questa turpe vicenda: usi il suo potere assoluto e mandi via tutt’e tre i responsabili, Angelo Bagnasco, Tarcisio Bertone, Giovanni Maria Vian. È inaccettabile pagare l’8xmille per mantenere costoro e consentire loro di servire in letizia la satanica dittatura senza volto.

In un lontano futuro, possano essere numerosi i pontefici orgogliosi di assumere il medesimo nome di papa Benedetto, onorevolmente portato dai suoi predecessori.

CONDIVIDILO COI TUOI AMICI MEDIANTE FACEBOOK, GOOGLE+, TWITTER

Copyright©2013 Tutti i diritti riservati a www.pierolaporta.it  È permesso l’uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. Riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l’autore. Le foto di questo sito sono prese in larga misura da Internet, in quanto valutate di pubblico dominio. Se i soggetti fotografici o gli autori fossero contrari alla pubblicazione, lo segnalino a info@pierolaporta.it e si provvederà alla immediata rimozione delle immagini.
Taggato , , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Informazioni su Piero Laporta

Osservate le ambiguità del giornalismo italiano, Piero Laporta dal 1994 s’è immerso nella pubblicistica senza confinarsi nei temi militari, come del resto sarebbe stato naturale considerando il lavoro svolto a quel tempo, (Ufficio Politica Militare dello Stato Maggiore della Difesa). Ha collaborato con numerosi giornali e riviste, italiani e non (Libero, Il Tempo, Il Giornale, Limes, World Security Network, ItaliaOggi, Corriere delle Comunicazioni e Arbiter, Il Mondo). Ha scritto “in Salita, vita di un imprenditore meridionale” ed è coautore di “Mass Media e Fango” con Vincenzo Mastronardi e altri, ed. Leonardo 2015. (leggi qui: goo.gl/CBNYKg) Oggi collabora col quotidiano La Verità. Il suo più spiccato interesse resta tuttavia la comunicazione sul web e le strategie di impresa. Ha fondato il sito http://www.pierolaporta.it per il blog OltreLaNotizia. È cattolico, sposato, ha due figli.

20 risposte a BASTA 8XMILLE A CHI SANTIFICA GLI AFFAMATORI

  1. giulia dice:

    povero generale! il dialogo con gli uccisori di Gesù Cristo/ Mitra le ha fatto male. pensare che fosse un male disfare la compagnia di Gesù e che ciò dipendesse da una Chiesa debole e da una Nobiltà europea corrotta fa capire quanto anche lei sia manipolato. Ma anche se non voglio spiegare dove sbaglia ( bruno ero è stato già chiaro ), da nobile non posso fare a meno di dirle che le sciocchezze massoniche sulla purezza dei templari ( tanto per citare un esempio ) e sulla nefandezza di Filippo il Bello tentano di celare quello che accadde anche con la Compagnia di Gesù, con la rivoluzione francese e con quella d’ ottobre, con le due guerre mondiali e perfino oggi: ossia che la Banca ricatta tutti, perfino il Trono e l’ Altare.

    E se l’ Altare si limita a subire, pregare, o genuflettersi, il Trono quando si stufa alza i roghi. E fa bene- gli usurai meritano la fine di De Molay, ed è inutile dire che de Molay non era della stessa specie del Re di Francia.

    • Gentile e nobile Signora,
      la esorto a circoscrivere gli esercizi di commiserazione alla sua servitù. Se non le punge vaghezza di spiegare perché io sbaglierei, me ne farò una ragione insieme ai lettori, non prima tuttavia d’averle restituito quel “manipolato”, attagliandosi meglio a quanti, reputandosi infallibili, sparano giudizi non argomentati, ad uso delle conventicole, cui devono rispondere fra un aperitivo e una frittatina. In questa circostanza la cosa è aggravata dacché lei sembra muoversi con alquanta difficoltà nel web, visto che scrive senza aver neppure letto la risposta [clicchi qui, se le garba farlo ora] dove confutai coi fatti gli scarsi argomenti del “Bruno”, il quale non ha controbattuto e non voglio credere che s’appelli alla sua leggiadra penna per farlo ora.
      In quanto alle storielle di Templari e affini, mi vorrà perdonare se mi lasciano tiepido, a vantaggio d’un presente terribile e, come lei dimostra, profondamente confuso e ulteriormente confondibile.

  2. Pingback:LA MASSONERIA O IL PIATTO DI LENTICCHIE? - Piero Laporta Blog

  3. oscar dice:

    Caro Piero,non ho parole per descrivere l’amarezza che mi deriva dal leggere il povero bruno ero.
    Il poveretto ignora un sacco di cose troppo lunghe e tecniche da spiegare in questa sede, del tipo: chi ha voluto e perchè la bicicletta Draghi/Monti, cosa hanno in pancia le banche tedesche, a quanto ammonta il vero debito pubblico tedesco (che EUROSTAT continua a calcolare senza il consolidato degli EE. di Stato come il nostro ex IRI), perchè un marco RTF è stato posto uguale in valore a quello BD nel calcolare il concabio con l’euro, da dove si prenderanno i soldi già stanziati da Draghi per ripianare nel 2013 i possibili default delle banche (tedesche), da dove quelli per gli impegni finanziari tedeschi per l’unificazione delle due germ. fino al 2015, quanto ha guadagnato e guadagna(sempre soldi nostri) il Vaticano, prima con l’impresentabile Berlusconi e adesso con il serafico Monti, secondo il dogma che “pecunia non olet” , cosa contiene l’agenda/bufala del professore e come mai, qello che l’ha messo lì, adesso grida al complotto (leggi attentato alla Costituzione) accusando un povero vecchio che manco lo mette ( e lo potrebbe fare) sotto accusa per oltragio al capo dello stato.
    Beati i poveri ….
    F.to: un idiota puro.

    p. s.
    Essere massone non è la cosa peggiore del mondo, lo è certamente essere un baciapile ammiratore di sepolcri imbiancati come Casini e di “pupi “come Monti.
    Dice bene Franca Bosia: diamo a Cesare quello che è di Cesare (trenta pugnalate) e a Dio quello che è di Dio, che – tuttavia – non credo abiti dalle parti del Vaticano.

  4. bruno ero dice:

    Scusa Puppis, e adesso l’8×1000 a chi lo dai? Così, giusto per sapere. Chi credi di penalizzare, negando l’assegnazione? la Chiesa Cattolica o i destinatari del sussidio? E stai certo che i soldi non li intasca Bagnasco. No, conoscendolo, e conoscendo le gerarchie della Chiesa, stai certo che non vige il sistema di ruberie della politica. E allora, fai ancora di più. Al primo mendicante che incontri, chiedigli :”hai fame? E chissenefrega! Prenditela con Bagnasco”, che s’è permesso di dire che Monti sta recuperando la dignità nazionale infangata. Vero. Te l’assicuro io, che lavoro all’estero, e non mi vergogno più del mio governo. Però puoi sempre donare il tuo contributo a berlusconi. Stai sicuro che verrebbe utilizzato per nutrire LE BAMBINE AFFAMATE…

    • maurizio puppis dice:

      X Bruno: per una volta l’8 x 1000 me lo gestisco in totale autonomia; non cambierà nulla, ma lo faccio! Rimuovo ogni sospetto su mie simpatie x il presidente del Milan: x me è solo un puttaniere (da sempre). Mi ha fatto piacere che con successivo articolo si sia rintuzzato il tentativo di inficiare il peso dell’articolo di Piero con il sospetto di ragioni massoniche. Tutto semplicemente. Auguri di buon 2013 a tutti.

  5. maurizio puppis dice:

    Carissimo Piero, colgo l’occasione di commentare questo articolo (…bello, chiaro, coraggioso ed efficace! …prossima dichiarazione redditi niente crocetta sull’8 x 1000), per farti i miei sentiti auguri per un felice 2013. P.S.: rispondi al post di Bruno Ero riguardo l’appartenenza o meno a qualche Loggia… serve alla trasparenza. Una Acies!

  6. marco dice:

    caro Laporta non posso non concordare con Dina. sono anche io sicuro che la chiesa sia alla ricerca del male minore. Sono sicuro che tu, che sei molto attento ai fatti politici, ti sarai reso conto quali soggetti politici ci hanno governato e vorranno governarci ancora. Gente che ha chiesto tanti sacrificio a noi e poi, quando si è chiesto a loro di fare qualche sacrificio, hanno votato tutti (da destra a sinistra senza tralasciare il centro) contro i tagli (vds provincie, indennità per il reinserimento dei non eletti, e chi più ne ha più ne metta). Carissimo fanno schifo tutti i nostri politici attuali. Quindi prima di sparare su chi ha fatto qualche cosa per dare nuova credibilità all’ITALIA riflettiamo bene. Certamente avrebbe potuto fare di più e meglio, sono d’accordo, ma guarda quello che hanno fatto i predecessori che si candidano ancora a governarci, affondando quel qual cosa di nuovo che sta nascendo (vds Renzi). Attenzione io non sono un sostenitore del PD ma il nuovo mi attrae. Comunque un caro saluto e un abbraccio a tutti con un sincero augurio di un anno 2013 migliore dell’attuale. Se crediamo nella cabala il 2012 era un anno bisestile!!!!!!!. ancora auguri di serenità

  7. dina dice:

    Il tono è decisamente sopra le righe e quindi poco digeribile. Personalmente anch’io sono perplessa per quanto sta accadendo, ma, non conoscendo a fondo la situazione, ho ritenuto che la posizione espressa dalle gerarchie della chiesa fosse da interpretare come la ricerca del male minore, che, in politica, è l’unica posizione possibile. Devo ammettere che le lodi sperticate a questo specifico articolo fa sorgere i dubbi espressi dal lettore che mi ha preceduto. Comunque Buon Anno a tutti e che Dio ci aiuti!

  8. bruno ero dice:

    Caro Laporta, leggendo i gongolanti commenti all’articolo individuo qualche massone, lietissimo di veder insultata la Chiesa, qualche nostalgico berlusconiano, e un certo numero di idioti puri, che non riescono a comprendere come l’attuale governo cerchi di mettere riparo, in affanno, ad almeno un decennio di malgoverno assoluto (prodi & berlusconi) . Non mi sembra di ricordare una Sua così ferma presa di posizione allorchè, a suo tempo, la Chiesa si schierò per berlusconi. Peraltro massone anch’egli. Comunque complimenti per l’ ottimo risultato. Ma, perdoni l’ardire, non sarà per caso massone anche Lei? Cordiali saluti

  9. stelvio Dal Piaz dice:

    denunciamo i patti lateranensi per violazione palese da parte dello stato vaticano

  10. Roberto Buffagni dice:

    Con vero dispiacere, nell’ultima dichiarazione dei redditi per la prima volta in vita mia non ho dato l’8 per mille alla Chiesa cattolica, appunto perchè aveva appoggiato il colpo di Stato montiano.
    Il calcolo politico di questi Machiavelli da asilo infantile sarà stato, “se non possiamo batterli uniamoci a loro”; e ricaviamone un rinvio delle leggi nichiliste sul matrimonio omosessuale, sull’eutanasia, etc (insieme alla garanzia che continuino ad arrivare i soldi). Come si possa sperare di ricavare un vantaggio alleandosi con un nemico esistenziale molto più forte di te, francamente mi sfugge. Dice il Signore che Portae inferi non praevalebunt, e io mi fido. Certo che lanciarsi dall’alto di una torre nella speranza che gli angeli ti sostengano non mi sembra una linea d’azione ispirata all’evangelo…

  11. Normanno ;aòagito dice:

    Il conegno di altissimi prelati della Santa Chiesa, non ricorda quello dei c.d. secoli bui, che poi non furono, ad onta della dominazione barbarica in Italia poi tanto bui, ricorda invece ciò che accadde alla fine del medio evo al tempo di Giovanni XXII, allorché quel pontefice soltanto in punto di morte dichiarò che l’eresia del doppio giudizio delle anime ala momento della morte ed al momento del giuzio universale, era soltanto una ‘sua opinione di privato dottore’.
    O quando pio II piccolmini dovette scrivere un bolla ritrattatoria dei propri errori.
    Dalla seconda metà del quattrocento, fino a San Carlo Borromeo ed al Concilio di Trento, salvi periodi felici con papi riformatori, la Cura Romana era infestata dalla corruzione. I vescovi non raramente non risiedevano neppure nelle loro diocesi e quella delle cariche ecclesistiche era un mercato.
    alla fine del settecento le cose non andarono mglio col sopravvento de4llo spirito illuministico in quasi tutt’Europa, cui soltanto i domenicani e i gesuiti si opponevano da diverse sponde.
    Ciò che accade ora é di estrema gravità sia per motiv9 dottrinali: dichiarazione di Erfurt, Intangibilità del Vaticano II, egemonia del più importante dicastero della Chiesa, quello della Dottrina della Fededa parte del nuovo prefetto, in professione di eresie.
    A scadimenti di questo genere, rarmente che sta al vertice ha la forza di opporsi soprattutto perchè ad onta della ìNota Previa’, con la quale Paolo VI tentò di bloccarlo passò, praticamente, la collegialità dei vescovi che in parte impastoiano i movimenti del Romano Pontefice.
    A noi che siamo lontanissimi, per rango e per vita, da coloro che contano, si ha la tristissima, allarmante impressione di un Capo ricattato. Come? da chi? perché?
    Difficile dare con le notizie e la situazione attuale, una plausibile risposta.
    Certamente si ha l’impresssione che la prevaticazione dei nemici della Chies sia alla Soglia in cui, come disse N.S.G.C.,
    non conviene.

    Non l’8/1.000 é da togliere! Ben altro é da purgare! Ben altro vigore si auspica, anche a costo della vita, da parte dell’unico che può, forse, ancora farlo.

  12. oscar dice:

    Il professore (parola grossa) ha finalmente mostrato il suo vero volto che solo i “poveracci” (per intedere la gleba culturale e politica di questo Stato berlusconizzato) non conosceva: servo delle banche, del Vaticano, di Caltagirone (che continua ad essere affamato di privatizzazioni e/o pubbliche concessioni come l’acqua) e di Montezzemolo (a cui ha concesso un’industria come la produzione/bufala delle scatole nere per le auto).
    Il Papa? … Ha ragione Hans Kung a considerarlo un pretonzolo di campagna con gli ermellini tarlati addosso.
    Grande indignazione ( ….nessuna sorpresa, sia chiaro per,il ruolo e le capacità del professore). Bene Piero!
    oscar

  13. Carlo dice:

    è mai possibile che oggi una persona di fede cristiana si debba vergognare perchè rappresentato da persone che dimostrano ogni giorno il fatto che di cristiano hanno ben poco?
    Ma chi li vuole questi cardinali e prelati amici della finanza che affamano il mondo?
    Cristiani di tutto il mondo, buttiamoli fuori e facciamo arrivare al papa questo messaggio, sperando che anche lui non sia d’accordo con i suoi cardinali.

  14. dott. Angelo D'AMORE dice:

    ECRASEZ L’INFAME (Schiacciate l’infame)**

    *** Era questa la chiusa di tutte le lettere che Voltaire scriveva agli amici. Il filosofo era contro la Chiesa cattolica, considerata tra le cause prime dello stato in cui versava la Francia. I rivoluzionari raccolsero l’incitamento e il clero, con la nobiltà, pagò duramente sul patibolo alcuni secoli di politica di prevaricazione.
    L’attuale momento storico rispecchia esattamente quello passato ed oggi il clero (i politici) e la Chiesa sono i maggiori responsabili della crisi. Occorre fare pulizia!

  15. Franca Bosia dice:

    Mi è stato insegnato che occorre dare a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quel che è di Dio. E mi è anche stato insegnato che Gesù scacciò dal Tempio i mercanti…Mi auguro che il nostro Papa scacci tutti i mercanti dalla Chiesa!

  16. Paolodw dice:

    FANTASTICO!!!!!!!!!
    Spendido articolo, che urla il disgusto di ognuno di noi per simili malefatte.
    Grazie!!

  17. frairtuck dice:

    Dopo una presa di posizione tanto oscena da parte di Bagnasco, la Chiesa tace, il Papa tace… Se l’intrepretazione data da tutti di un evidente appoggio delle gerarchie ecclesiastiche a Monti non fosse vera, le gerarchie avrebbero smentito o almeno corretto, ma tutto tace, che vergogna! Faccio fatica a credere a quello che sta succedendo. La vecchia, putrida e corrotta gerarchia ecclesiastica, che ha prosperato per lunghi periodi nei due millenni di storia, continua ad esistere e ad inquinare e a tradire lo spirito cristiano che dovrebbe rappresentare. Lo dico con il cuore in mano, sono profondamente deluso, non pensavo che la Chiesa di oggi fosse ancora la stessa che era nei secoli bui. Che il diavolo se li prenda tutti!

  18. Pingback:La fine del Mondo, il Santo Natale e i borghesucci italiani. - Piero Laporta Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.