8-200 signornò

8-200Unità 8-200 elitaria, supersegreta, israeliana, con 43 signornò fra i riservisti.

Dopo neppure due giorni è calato il silenzio sull’Unità 8-200; eppure da tempo sappiamo che “spiare” e “democrazia” sono sinonimi, mentre le hitech offrono nuove opportunità a chi voglia il controllo capillare, letteralmente uno per uno, delle persone. Intanto non si disdegna l’antico metodo del dossieraggio. Le democrazie dovrebbero riflettere su 8-200, ma non lo faranno. 
Il buio delle democrazie è stato illuminato da una luce tanto improvvisa quanto fugace. Unità israeliana 8-200 elitaria, supersegreta, con 43 signornò fra i riservisti, determinati col loro governo: “Basta perseguitare palestinesi innocenti”. 

A chi chiede spiegazioni, i portavoce della difesa di  Israele danno a intendere che i 43 signornò sono delusi perché da tempo non sono richiamati in servizio nella 8-200. Un paio di giorni, la polemica s’è raffreddata. Nel frattempo trapelano le brillanti capacità di 8-200 nel costruire dossier su tossicodipendenti, omosessuali, adulteri, corrotti di varia caratura, insomma personalità vulnerabili, all’interno e all’esterno di Israele.
Curioso che nessuno abbia osservato quanto in Italia sia un déjà vu, antico, del secolo scorso, quando interi dipartimenti segretissimi trasformavano la spazzatura umana in oro colato di informazioni pruriginose. Il centro di controspionaggio di Roma fu per lungo tempo fra i più dispendiosi al mondo, per origliare quanto avveniva sotto le lenzuola di Via Veneto, all’Excelsior soprattutto, dove negli anni ’70 un colonnello dei carabinieri si portava avanti col lavoro, dimorandovi con l’amante, per travisarsi, diceva.
Forse abbiamo pure addestrato gli antesignani di 8-200, ma se Israele s’è posta sulla nostra china c’è poco da essere ottimisti, pur tenendo conto che lì c’è la guerra, un po’ atipica, è vero, ma tutte le guerre dei nostri giorni lo sono.
«L’unità 8-200 focalizza sulla raccolta di dati per l’ intelligence, al fine di consentire alle forze di sicurezza israeliane (IDF) di svolgere la propria missione, ovvero difendere i civili israeliani» ha cercato di spiegare un volenteroso portavoce dell’IDF al Times of Israel «Quanti operano nella 8-200 sono selezionati severamente e sottoposti a un processo formativo la cui intensità non ha eguali in qualunque altra intelligence al mondo. Durante la formazione, un accento particolare è posto su moralità, etica e correttezza delle procedure. Soldati e ufficiali dell’unità operano in base a tale formazione, sotto la stretta sorveglianza di rango più elevato». Ottimo e abbondante; speriamo sia vero. Forse agli inizi della carriera la pensava così anche quel colonnello che lasciammo all’Excelsior.
Facta sunt consequentia rerum. Costruisci il dossier su un farabutto. Se costui ha modeste qualità, lo utilizzi come spione oppure come sicario, picchiatore, torturatore, trafficante, mestatore, provocatore, tutt’al più infiltrato col rischio che si faccia beccare. Se invece il tuo ricattabile amico ha numeri, gli fai strada fino ai massimi livelli per trarne vantaggi più solidi: grande manager, giornalista di successo, magistrato di grido, ammiraglio brillante, primo ministro fra i più giovani del suo paese. Rimane tuttavia un corrotto. Quanto più lo mandi in alto, tanto più sparge corruzione intorno e sotto di sé.
Grazie ai 43 signornò, le democrazie potrebbero riflettere su se stesse, sull’utilità di combattere la corruzione con le leggi e infettarsene con le operazioni supersegrete. In Italia dovremmo porci domande più penetranti, perché qualcosa accadde nella notte della repubblica. Potremmo ammonire Israele sul pericolo che corrono le democrazie che disfano di notte quanto fanno di giorno, per poi chiederci come mai tutti i paesi del mondo possono fare di noi quel che gli pare.
L’improvviso silenzio sulla 8-200 forse è stato voluto dalle autorità di Gerusalemme; è lecito tuttavia sospettare che la decadenza avvertibile in avvicinamento possa far piacere ai nemici d’ Israele, altrimenti queruli e petulanti. Tacciono, invece, e si sente.

Hai gradito l’articolo? Clicca qui per ISCRIVERTI alla newsletter

 CONDIVIDI su FACEBOOK, GOOGLE+, TWITTER

Copyright© Tutti i diritti riservati a www.pierolaporta.it  La pubblicazione dell’articolo è sempre consentita su qualunque altro blog/sito a condizione che sia utilizzato non più della metà del testo e vi sia un link che rimandi a www.pierolaporta.it. per completare la lettura. Diversamente riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l’autore. Le foto di questo sito sono prese in larga misura da Internet, in quanto valutate di pubblico dominio. Se i soggetti fotografici o gli autori fossero contrari alla pubblicazione, lo segnalino a info@pierolaporta.it e si provvederà alla immediata rimozione delle immagini.

Taggato , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Informazioni su Piero Laporta

Osservate le ambiguità del giornalismo italiano, Piero Laporta dal 1994 s’è immerso nella pubblicistica senza confinarsi nei temi militari, come del resto sarebbe stato naturale considerando il lavoro svolto a quel tempo, (Ufficio Politica Militare dello Stato Maggiore della Difesa). Ha collaborato con numerosi giornali e riviste, italiani e non (Libero, Il Tempo, Il Giornale, Limes, World Security Network, ItaliaOggi, Corriere delle Comunicazioni e Arbiter, Il Mondo). Ha scritto “in Salita, vita di un imprenditore meridionale” ed è coautore di “Mass Media e Fango” con Vincenzo Mastronardi e altri, ed. Leonardo 2015. (leggi qui: goo.gl/CBNYKg) Oggi collabora col quotidiano La Verità. Il suo più spiccato interesse resta tuttavia la comunicazione sul web e le strategie di impresa. Ha fondato il sito http://www.pierolaporta.it per il blog OltreLaNotizia. È cattolico, sposato, ha due figli.

2 risposte a 8-200 signornò

  1. oscar dice:

    Tutto molto sconcertante!
    Una domanda. Finirà mai?
    Troppo comodo mandare su chi è ricattabile.
    Poco o niente democrazia contro solido controllo sociale.
    Non finirà mai!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.